/* */
AREA TEMATICA

Gestione dell’acqua

Varie attività turistiche, come ad esempio lo sci o il golf, richiedono grandi quantità di acqua.

L’acqua dolce è una risorsa essenziale per il turismo, dal momento che essa viene consumata direttamente dai turisti, ad esempio per scopi di igiene, ma anche dal settore della ricettività, ad esempio per irrigare i giardini, riempire le piscine e alimentare centri benessere e spa, pulire le camere e lavare la biancheria. Inoltre, essa è anche prerequisito fondamentale per numerose attività ricreative, come il golf e lo sci1Gössling, 2015.

A causa del cambiamento climatico, responsabile di nevicate meno frequenti e maggiore evapotraspirazione, l’acqua rappresenta una risorsa sempre più limitata in Alto Adige2Zebisch et al., 2018, e in futuro potrebbero verificarsi conflitti intersettoriali per il suo utilizzo, ad es. tra turismo e agricoltura nelle aree rurali. Il monitoraggio dei consumi idrici è pertanto fondamentale allo scopo di prevedere e allertare gli stakeholder locali in merito a potenziali deficit e stress idrici.

Tuttavia, i dati secondari sull’impiego di acqua correlato al turismo sono in gran parte non disponibili. Pertanto, abbiamo calcolato una stima dell’uso dell’acqua nelle strutture ricettive attingendo ai coefficienti reperiti in letteratura specifici per ogni categoria alberghiera. Abbiamo anche incluso i dati disponibili per i consumi idrici degli impianti di innevamento, quali il ciclo dell’acqua per la produzione artificiale di neve e gli avanzamenti tecnologici.

Contatto

Andreas Dibiasi

Andreas Dibiasi

Post-Doc Researcher

RIGUARO ALL’AMBIENTE

Gestione dell’energia

Un aumento del numero di turisti porta indirettamente a un aumento del consumo energetico nella destinazione. Se la qualità del turismo diventa più alta, anche la domanda di servizi di lusso subisce un incremento, che a sua volta accresce il consumo energetico medio pro capite dei turisti.

Gestione delle acque reflue

Un’elevata concentrazione del turismo in particolari mesi dell’anno può portare ad un sovraccarico degli impianti di depurazione.

Gestione dei rifiuti solidi

Gestire i rifiuti nel settore turistico è più complesso, visto l’utilizzo di prodotti monouso, come anche per via della mancata conoscenza, da parte dei turisti, delle specifiche regole locali di smaltimento dei rifiuti.

Mobilità

Nel periodo di alta stagione, la mobilità individuale genera congestione del traffico e inquinamento, provocando disagio sia per i residenti sia per i turisti.

Tutela della natura

La presenza di aree protette garantisce una maggiore sensibilità nei confronti dell’ambiente e una maggiore presenza di forme di turismo sostenibili.

Menu